sindrome del tunnel carpale - intervento chirurgico


Prima si cura la sindrome del tunnel carpale meglio è. Nella maggior parte dei casi il trattamento con curpal determina una veloce e sensibile riduzione dei sintomi. Se così non fosse, si raccomanda di sottoporsi ad un’operazione.


Nell’intervento chirurgico tradizionale o in quello endoscopico viene tagliato, sezionato completamente il legamento traverso del carpo per permettere la decompressione del nervo mediano, creando quindi più spazio per il nervo e i tendini contenuti nel tunnel carpale.

L’operazione al tunnel carpale può avvenire tramite l’intervento chirurgico tradizionale o in endoscopia. Se l’esito è positivo scompaiono quasi subito disturbi come dolori e senso di intorpidimento di notte. In presenza di danni al nervo sarà necessario più tempo prima che i sintomi spariscano del tutto. Se il nervo è fortemente danneggiato, persistono i dolori nonostante l’operazione. In caso di atrofia muscolare l’intervento chirurgico non può porvi rimedio, il disturbo è irreversibile.

Oltre ai rischi comuni a ciascuna operazione, possono risultare aderenze cicatriziali nei tessuti che possono comprimere il tunnel carpale e quindi compromettere il successo dell’operazione, anche totalmente.

016-5_CURPAL_ILLU_HAND-BIG_Zeichenflaeche_7.png

empty